NEWSLETTER SPECIALE COVID19

SPECIALE COVID19 - NEWSLETTER n.253 del 31/03/2020

Dedichiamo questo numero speciale alla memoria dei morti che l’epidemia sta facendo nel nostro Paese; ai tanti lavoratori e lavoratrici che si dedicano senza sosta alla salvezza e cura dei contagiati; alla stragrande maggioranza degli italiani che hanno dimostrato un maturo senso della comunità e tanto ottimismo, rispettando le regole imposte dalle circostanze; ai giovani che hanno rapidamente compreso che toccava anche a loro fare la propria parte; a quanti guardano al futuro con comprensibile preoccupazione ma anche con responsabile positività e voglia di rimboccarsi le maniche.

Il numero raccoglie alcune riflessioni tra le più significative sulla vicenda in corso; seleziona testimonianze tra quelle che, attraverso i social network, abbiamo lette e ascoltate, alcune firmate e altre anonime; si completa con una manciata di vignette tra le tante che hanno fatto sorridere in questi giorni difficili. Il tutto perché anche la nostra newsletter contribuisca a lasciare memoria di questo sconvolgente evento.

di Giorgio Benvenuto , Cesare Damiano , Raffaele Morese
lettera-aperta-ai-segretari-generali-di-cgil-cisl-uilCarissimi, sappiamo che siete alle prese con una gestione dell’emergenza sanitaria ed economica di dimensioni inedite, giunta tra capo e collo su tutti noi. Giustamente siete concentrati sulle misure che assicurino nell’immediato ai lavoratori e alle lavoratrici il massimo di sicurezza reddituale...
di Papa Francesco*
il-testo-integrale-dell-omelia-del-papa-in-tempo-di-epidemia«Venuta la sera» (Mc 4,35). Così inizia il Vangelo che abbiamo ascoltato. Da settimane sembra che sia scesa la sera. Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città; si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e di un vuoto desolante, che...
di Alessandro Baricco*
virus-e-arrivato-il-momento-dell-audaciaDevo averla già raccontata, ma è il momento di ripeterla. Viene da un bel romanzo svedese. C'è la regina che decide di imparare ad andare a cavallo. Monta in sella. Poi chiede sprezzante al maestro d'equitazione se ci sono delle regole. Ed ecco cosa risponde lui: "Prima regola, prudenza. Seconda,...
di Pupi Avati
l-appello-ai-dirigenti-raiE piango e rido davanti alla televisione come piangono e ridono i vecchi ,che è poi come piangono e ridono i bambini, cercando di fare in modo che mia moglie non se ne accorga. Fra i tanti che se ne sono andati un mio amico, Bruno Longhi, grande clarinettista milanese, che il coronavirus ha portato via...
di Luigino Bruni*
chiudere-cio-che-si-puo-comprendere-cio-che-si-deveMeccanismi e complessità del mercato, interdipendenza, fraternità. Economia, cioè il governo della casa. È questa la prima definizione che imparano gli studenti di economia nel primo giorno di scuola. Mai come in questi giorni la nostra generazione ha capito che esiste un rapporto diretto tra governo,...
di Stefano Balassone *
bimbi-al-tempo-del-virusStefano Massini nel corso dell’ultimo Piazza Pulita ha mostrato un disegno giuntogli da Como. La mano è quella di tre bambini che ritraggono i propri piedi in primo piano, come appoggiati quando si siede sul divano e si guarda la tv, e nello schermo due sagome di umani, Massini stesso e Formigli che lo...
di Daniele Vedovati *
essere-sindacalisti-e-ricucire-fragilita-una-testimonianza-dalla-periferia-bergamasca1. Una foto   Quando mi è stato chiesto di raccontare quello che, come sindacalista, stavo vivendo in questi giorni così frenetici e di emergenza, mi sono chiesto se fossi la persona migliore per scrivere sui Working Papers della Fondazione Tarantelli; quelli come me, di solito, su queste pagine si...
di Gianfranco Solinas
in-tempi-di-coronavirusCari amici, care amiche, Col decreto del Governo del 10 marzo e con quello immediatamente successivo ci siamo ritrovati in una condizione di segregazione collettiva, mai sperimentata nel corso della nostra vita. La viviamo in modo assai diverso a seconda dell’età di ciascuno. Da persona che sta per...
di Autori Vari
testimonianzeAl tempo del Corona virus, la vita nell’ospedale. “La notte è il momento peggiore” Turni estenuanti, pazienti non solo anziani ma di ogni età che improvvisamente peggiorano "senza vi sia apparente ragione", a causa di un virus che sembra non seguire alcuno "schema preciso": è il racconto di quella che...
di Redazione
immaginicoronavirusLa vita ai tempi del Coronavirus, le immagini della nostra vita oggi. Diario fotografico della pandemia. Tutti i protagonisti di questo momento.